Coronavirus a San Marco in Lamis, la Procura di Foggia procede per “Epidemia Colposa” a carico d’ignoti

Print Friendly, PDF & Email

“Un atto dovuto, finalizzato allo svolgimento di tutti gli accertamenti necessari per verificare se sussistono profili di colpa in ordine alla gestione del decesso del cittadino sammarchese”. Lo riporta una nota inviata alla stampa dagli uffici del procuratore capo, Vaccaro.

“A seguito delle notizie divulgate dagli organi di stampa e delle dichiarazioni rese dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, la Procura della Repubblica di Foggia, ricevuta una informativa da parte dei Carabinieri di Foggia, ha iscritto nel registro delle notizie di reato un procedimento a carico di ignoti per il reato di epidemia colposa” si legge nella nota.

“La decisione dell’Ufficio inquirente costituisce un atto dovuto, finalizzato allo svolgimento di tutti gli accertamenti necessari per verificare se sussistono profili di colpa in ordine alla gestione del decesso del cittadino di San Marco in Lamis, morto pochi giorni dopo il rientro dalla citta di Cremona. Allo stato, pertanto, si procede con riferimento ad una mera ipotesi di reato, in corso di compiuto accertamento e con riferimento alla quale non vi sono soggetti sottoposti alle indagini” è quanto si legge a conclusione della nota.