Cerignola: in 25 al funerale del parroco, scattano le polemiche

Print Friendly, PDF & Email

Per via dei presenti alle esequie di don Saverio Del Vecchio. Si difende anche il sacerdote che al rione “Fornaci” ha svolto una processione.

La comunità cerignolana saluta don Saverio Del Vecchio, dal 1991 parroco della chiesa del “Carmine” e scomparso l’11 aprile scorso, all’età di 87 anni, a causa del Coronavirus presso l’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo. Al funerale, officiato dal vescovo della diocesi Cerignola-Ascoli Satriano, mons. Luigi Renna, hanno partecipato circa 25 persone.

Le foto, diffuse online proprio dalla chiesa locale, hanno generato polemiche sui divieti ancora una volta infranti dalla comunità religiosa ofantina: ai cittadini comuni, infatti, in questo periodo di emergenza non è permesso salutare in massa il defunto, ma in cimitero possono recarsi soltanto i parenti più stretti appartenenti allo stesso nucleo familiare.

CLICCA QUI per continuare a leggere l’articolo su la gazzettadelmezzogiorno.it