San Marco in Lamis, furto all’asilo nido comunale

Print Friendly, PDF & Email

Non sembra avere fine il periodo negativo che ha interessato l’asilo nido comunale di Via Amendola.

Il furto, perpetrato ai danni della struttura di Via Amendola, è avvenuto giorni addietro, ma la notizia è trapelata sono nella tarda serata di ieri. Ignoti si sono introdotti nel plesso asportando e razziando tutto ciò che hanno avuto a tiro: tv, qualche spicciolo nella macchinetta del the e delle merende e vario materiale didattico. A fare la triste scoperta è stato il personale della struttura.

Oltre al furto in sé per sé, a destare sdegno e clamore è l’infame gesto che ha privato gli stessi bambini, le lavoratrici e la struttura, di mezzi utili al regolare svolgimento del servizio, dimostrando scarso senso civico e poca sensibilità nei confronti della parte più piccola e debole della nostra comunità.

Lanciamo un appello (forse inutile) per quanto appena scritto, affinché i responsabili rinsaviscano e restituiscano subito e in qualche modo la refurtiva.

Si chiude così una settimana horribilis per gli asili nido dell’Ambito Territoriale di San Marco in Lamis, al centro della cronaca, prima per la sentenza della Corte di Appello di Bari – Sezione per le controversie in materia di lavoro, che ha dato ragione alle cinque educatrici licenziate, ingiustamente, dalle cooperative che gestiscono gli asili nido comunali di San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo e poi, notizia di oggi, l’atto di pignoramento presso terzi, questa volta firmato dal Tribunale di Foggia che obbliga e ordina il Consorzio “Icaro”,  il reintegro e il pagamento delle lavoratrici.

Oggi un locale quotidiano on line scriveva: «Una gestione, quella degli Asili Nido dell’Ambito, sicuramente da rivedere». Parole che devono far riflettere chi di dovere…