“Storie da un altro mondo”, concerto di Angelo Cavallo al Giannone

Print Friendly, PDF & Email

Il concerto avrà luogo sabato alle 19.30 con la partecipazione di Mimmo Cavallo

Si prospetta un concerto molto interessante l’evento che avrà luogo sabato al Teatro Giannone. Protagonista sarà il maestro Angelo Cavallo, noto musicista della nostra provincia, promotore culturale nonché produttore artistico (famoso il suo legame artistico con il cantastorie Matteo Salvatore, durato venti anni) di eventi culturali/musicali (tra i tanti è stato anche direttore artistico del Carpino Folk Festival), che presenterà al pubblico il suo nuovo album dal titolo “Storie da un altro mondo”, uscito a giugno. (etichetta Nudo e Cruda)

Il lavoro prende spunti dal canzoniere del cantastorie di Apricena, con qualche brano poco conosciuto (per esempio “Cammino treno”), attraverso il rifacimento di alcuni brani del suo repertorio classico, peraltro molto rispettoso delle versioni originali. A ciò vanno aggiunti brani di sua composizione che sono l’ossatura principale dell’album. Così accanto a “La morte traditrice”, “Bene mio”, “Il monaco cercatore”o “L’uomo del tavoliere”, etc. troviamo anche composizioni del maestro come “Come stai”, “la ragazza” oppure “Quando scendono i forestieri”, “Le fontanelle”, etc. che fanno tutt’uno con le canzoni di Matteo Salvatore per una serata di spettacolo all’insegna della genuinità musicale, che parla di noi, della nostra storia e del nostro calore mediterraneo. 

Con Angelo Cavallo (foto) collaboreranno alcuni virtuosi della chitarra classica del  posto che affiancheranno il maestro durante le esecuzione dei brani come Michele Parisi, – reduce da una lunga esperienza in terra spagnola – il cantautore Maurizio Tancredi e il batterista Fabio Pompilio. Dei tre la più interessante ci appare la storia artistica di Michele Parisi per i suoi studi di musica classica e barocca e di quelli successivi sulla musica folk oltre allo studio della chitarra flamenco che rimane la sua specialità principale. Di Maurizio Tancredi sappiamo tutto poiché, tra le tante attività poetiche e cantautorati che egli svolge senza sosta, ha solcato molte volte il palcoscenico del Giannone. Il percussionista Fabio Pompilio, batterista della band indie i Fanoya, invece può vantare diverse collaborazioni con i maggiori artisti pop del momento (Max Gazzé, Achille Lauro per esempio).

Ospite speciale della serata la partecipazione del cantautore Mimmo Cavallo (nessuna parentela con Angelo) che interverrà con alcuni brani tratti dai suoi album più recenti (l’ultimo “Dalla parte delle bestie” pubblicato nel 2014 anche se il più famoso resta il precedente , “Quando saremo fratelli uniti”, un cd di grande impatto emotivo che rivendica con forza la nostra storia di gente del sud) oltre a rispolverare anche qualcosa del suo passato remoto, per esempio i famosissimi hit “Siamo meridionali” e “Uh mammà”:     

Una serata verosimilmente con molta buona musica, rivolta alla ricerca delle nostre radici musicali comuni, con artisti di alto profilo che sapranno regalare tante emozioni.

Luigi Ciavarella