Cani e cuccioli salvati da freddo e fame in territorio di Rignano Garganico

Print Friendly, PDF & Email

di Antonio Del Vecchio

Il prossimo si può e si deve aiutare sempre e ad ogni costo. Non solo quando si tratta di persone, ma anche di animali, soprattutto quando appartengono alla cosiddetta specie domestica, come i cani o i loro cuccioli che fanno puntualmente tanta tenerezza.

A dare l’ennesima dimostrazione di vicinanza è stata la vice-sindaca e consigliere delegato al ramo, l’avvocata Viviana Saponiere, a cui non sfugge nulla nel settore di sua competenza, talvolta intervenendo anche in luoghi esterni e lontani, allorché il salvataggio si è consumato nelle campagne sottostanti, lungo la strada provinciale per S.Severo.

Ecco la descrizione che ne fa la medesima interessata nel post reso pubblico fin dalle prime ore di ieri sul suo profilo facebook: “QUELLO CHE NON SI VEDE MA SI FA! Questa mattina è stata effettuata un’operazione coordinata tra la Asl nella super persona del famosissimo dott.Francesco Bertani e della sua équipe, l’Amministrazione Comunale di Rignano, la protezione civile e le forze dell’ordine per prelevare una decina tra cuccioli e cani malandati al fine di sterilizzarli e renderli adottabili. Erano pelle e ossa. È stata veramente un’operazione faticosa ed impegnativa che mi porta doverosamente a ringraziare i soggetti summenzionati senza i quali sarebbe rimasto solo un mio sogno. Il grande supporto della protezione civile nella persona di Gabriele Nido (un altro, in veste di longevo Presidente dell’Associazione locale “Vigili del Fuoco in Congedo, onnipresente in ogni momento di bisogno, mettendosi a disposizione della collettività, assieme agli altri soci della Protezione Civile locale, in particolare la consorte Katia Fania, implorata, nel trascorso degli anni, da tutti, specie dai disabili e dai non autosufficienti, come se fosse una sorta di suora di carità) è stato superlativo dalle 8,00 di questa mattina fino alle 20,00 di questa sera. Veramente un grazie di cuore. Il randagismo si previene e si combatte. Per l’Amministrazione è un dovere ed un impegno quotidiano …”.

Come accennato, di casi del genere l’interessata ne ha vissuto in prima persona tantissimi, non solo in veste di delegata al ramo nel pubblico, ma anche nel privato. Infatti, lo ha fatto spesso, come socia e collaboratrice dell’Arca di Noè di San Marco in Lamis, associazione, presieduta da Antonietta Torelli, assai attiva nel distretto sanitario interessato.

Insomma, quando si tratta di animali domestici del tipo gatti e cani, ella è sempre presente, accollandosi puntualmente ogni fatica. Quando non ha un luogo dove sistemare i cuccioli, spesso li accoglie in casa o in giardino a proprie spese ed oneri vari.